Progetti

Contributi creazione di nuove Imprese
Bando Regione Marche

La Regione Marche ha emesso un bando quale sostegno alla creazione di nuove imprese finalizzate a favorire
l’occupazione in coerenza con gli interventi delle politiche attive

I soggetti che possono presentare domanda di finanziamento devono essere:
• residenti o domiciliati (domicilio da almeno 3 mesi) nella regione Marche
• essere soggetti iscritti come disoccupati, ai sensi del D.lgs 150/2015 e s.m.i., presso i Centri per l’Impiego della Regione Marche, competenti per territorio
• avere un’età minima di 18 anni

Saranno finanziate le nuove imprese, gli studi professionali, singoli e/o associati e/o liberiprofessionisti, aventi sede legale e/o sede operativa nel territorio della regione Marche che si costituiscono dopo la pubblicazione del presente Avviso Pubblico sul BURM e successivamente alla presentazione della domanda di contributo da parte del richiedente.In ogni caso la sede operativa della nuova impresa dovrà essere situata nel territorio della Regione Marche.

Possono essere ammesse a contributo:
4.1. Imprese (anche individuali):• iscritte alla Camera di Commercio, con apertura posizione INPS e INAIL, e che abbiano presentato comunicazione di inizio attività presso il Comune della Regione Marche in cui risiede l’impresa;
• avviate in data successiva a quella di pubblicazione dell’Avviso pubblico sul BURM edopo la presentazione della domanda di contributo;
• aventi sede legale e/o operativa nel territorio regionale ed in particolare nella provincia di residenza (è in ogni caso indispensabile, ai sensi dell’art. 23 della L.R. 2/2005, che l’impresa beneficiaria abbia almeno una sede operativa nel territorio regionale);
• che soddisfino, nel caso di imprese, i criteri di cui all’art. 1 dell’Allegato I al Reg. UE 651/2014 (PMI);
• di cui siano soci esclusivamente persone fisiche.
4.2 Studi Professionali, Singoli e/o Associati e/o Liberi professionisti (intesi come singole realtà organizzative, nelle quali un numero di persone fisiche pari o superiori ad uno, gestiscono anche in forma associata, a prescindere dalla forma giuridica adottata, un’attività economica”):
• che acquisiscono la partita IVA presso l’Agenzia delle Entrate competente per territorio in data successiva alla pubblicazione dell’Avviso Pubblico sul BURM e dopo la presentazione della domanda di contributo ed abbiano presentato comunicazione di inizio attività presso un Comune della Regione Marche dove risiede la sede dell’impresa
• aventi sede legale e/o operativa nel territorio regionale ed in particolare nella provincia di residenza (è in ogni caso indispensabile, ai sensi dell’art. 23 della L.R. 2/2005, che abbiano almeno una sede operativa nel territorio regionale)
• di cui siano soci esclusivamente persone fisiche Le imprese ammissibili al cofinanziamento nell’ambito in attuazione della priorità 9.i, oltre ai requisiti di carattere generale di cui sopra, devono configurarsi come:
a) cooperative sociali di cui all’art. 1, comma 1, lettera b), della legge 8/11/1991, n. 381, iscritte nell’albo delle cooperative sociali di cui alla legge regionale n. 34/2001;
b) società nelle quali il 100% dei soci previsti nella compagine sociale ed il 51% dei soci lavoratori appartengano a categorie svantaggiate, come definite all’art. 2, comma 4, del Reg. UE 651/2014, o alla categoria di “lavoratori con disabilità”, come definita all’art. 2, comma 3,dello stesso Reg. UE 651/2014;
c) imprese individuali con titolari che rientrino nelle categorie di cui al precedente punto B. I contributi sono concessi per un importo fino ad un massimo di 35.000,00.

per tutti i requisiti consultare il bando in allegato

Immagini
Staff del sito Hippo CMS XHTML CSS

Informagiovani - Copyright Comune di Senigallia