Sito istituzionale del Comune di Senigallia

La campagna La campagna Scapezzano Spiaggia di velluto Tramonto
In evidenza
Comune di Senigallia - Piazza Roma, 8 / Centralino 071-66291 / Fax 071-6629303 P.e.c. comune.senigallia@emarche.it
Piano per l'Assetto Idrogeologico

Obiettivo prioritario del Piano per l’Assetto Idrogeologico (PAI) è la riduzione del rischio idrogeologico entro valori compatibili con gli usi del suolo, in modo tale da salvaguardare l’incolumità delle persone e ridurre al minimo i danni ai beni esposti, nel quadro di una politica di governo rispettosa delle condizioni ambientali e di uno sviluppo sostenibile.

Il Piano per l’assetto idrogeologico (PAI), richiesto dalla L. 03.08.1998 n. 267 - e s.m.i. e dalla L. 11.12.2000 n. 365 - e s.m.i., si configura come stralcio funzionale del settore della pericolosità idraulica ed idrogeologica del Piano generale di bacino previsto dalla L. 18.05.1989 n. 189 - e s.m.i. e dalla L.R. 25.05.1999 n. 13 - e s.m.i..

L’ambito di applicazione del PAI è relativo ai bacini idrografici regionali elencati e cartografati nell’Allegato B della L.R. 25.05.1999 n. 13 - e s.m.i..

Il progetto di piano è stato approvato con delibera del Comitato Istituzionale dell'Autorità di Bacino n. 13 del 30 aprile 2001.

Il PAI è stato adottato, in prima adozione, con delibera del Comitato Istituzionale dell'Autorità di Bacino n. 15 del 28 giugno 2001; a seguito delle osservazioni alla prima adozione del piano e alle loro istruttorie, il Comitato Istituzionale dell'Autorità di Bacino ha adottato definitivamente il PAI, con delibera n. 42 del 7 maggio 2003 (seconda e definitiva adozione).

La Giunta Regionale con deliberazione n. 872 del 17 giugno 2003 ha trasmesso il Piano al Consiglio Regionale e con deliberazione n. 873 del 17 giugno 2003 ha approvato le misure di salvaguardia ai sensi della L.R. 25.05.1999 n. 13, art. 12 - e s.m.i., decorrenti dal 12 settembre 2003 data di pubblicazione sul BUR Marche n. 83 e vigenti fino all'entrata in vigore del Piano.

Il Piano di Assetto Idrogeologico (PAI) è stato approvato con Deliberazione di Consiglio Regionale n. 116 del 21 gennaio 2004 e pubblicato sul supplemento n. 5 al BUR Marche n. 15 del 13 febbraio 2004.

Successivamente all'approvazione del Piano di Assetto Idrogeologico (PAI) sono stati approvati degli atti che modificano parte degli elaborati allegati al PAI di cui alla Deliberazione di Consiglio Regionale n. 116 del 21 gennaio 2004. L'elenco degli atti di modifica che interessano il Comune di Senigallia sono:

Codice di perimetrazione

Tipo di modifica

Atto di riferimento

 F-08-0022

suddivisione        

Decreto del Segretario Generale dell'Autorità di Bacino Regionale n. 18/SABN del 03.06.2011

F-09-0010 riperimetrazione Decreto del Segretario Generale dell'Autorità di Bacino Regionale n. 13/SABN del 30.01.2013
F-09-0010 riperimetrazione Decreto del Segretario Generale dell'Autorità di Bacino Regionale n. 15/SABN del 14.02.2013

 

Con delibera del Comitato Istituzionale dell’Autorità di Bacino Regionale delle Marche n. 68 del 8 agosto 2016 e' stato approvato, in prima adozione, l'Aggiornamento 2016 al PAI.
Con delibrea della Giunta Reginale n. 982 del 8 agosto 2016 sono state approvate le misure di misure di salvaguardia che sono vincolanti dalla pubblicazione della medesima delibera sul BUR Marche (08/09/2016) sino all’approvazione definitiva dell’aggiornamento e comunque sino a tre anni dalla loro pubblicazione.

Gli elaborati tecnici dell'aggiornamento sono stati approvati con Decreto n. 49 del 27 luglio 2016 del Segretario Generale dell'Autorità di Bacino Regionale, successivamente rettificato con i Decreti n. 55 del 26 settembre 2016 e n. 61  del 24 ottobre 2016.

L’aggiornamento riguarda il quadro conoscitivo del dissesti censiti dal Piano mentre restano invariate le Norme di Attuazione (NTA); in particolare:

-nel piano per l’assetto dei versanti (frane e valanghe), si è provveduto ad integrare le aree di dissesto già perimetrate con quelle presenti nelle indagini specifiche redatte per la redazione di circa 60 strumenti urbanistici comunali (PRG), ricadenti prevalentemente nella Provincia di Macerata, non precedentemente acquisiti o non presenti nel Piano (elenco PRG inseriti);

-nel Piano per l’assetto idraulico (aree esondabili), si è provveduto ad integrare le aree già perimetrate con altre rilevate in sito in occasione degli eventi alluvionali che hanno interessato il territorio regionale negli ultimi anni (per la quasi totalità dal 2011 in poi).

Sono inoltre stati controllati/revisionati alcuni livelli di pericolosità e di rischio di dissesti già presenti nel Piano e gli aspetti cartografici dei poligoni delle aree in dissesto, anche in relazione alle nuove tecnologie informatiche disponibili.

La prima adozione del Piano è avvenuta ai sensi dell’articolo 11 della L.R. 25 maggio 1999, n. 13 che stabilisce la seguente tempistica per le osservazioni:

-chiunque ne abbia interesse può presentare (n.d.r. all'Autorità di Bacino Regionale delle Marche e al Comune territorialmente interessato) le proprie osservazioni entro i trenta giorni successivi alla pubblicazione nel B.U.R. (n.d.r. della delibera di Comitato istituzionale n. 68/2016, pertanto entro il giorno 08/10/2016);

-entro i successivi trenta giorni i Comuni trasmettono al Comitato istituzionale le proprie osservazioni motivate e quelle presentate dai cittadini corredate del proprio parere;

-nei successivi sessanta giorni il Comitato istituzionale sulla base delle valutazioni espresse dal Comitato tecnico regionale esprime le proprie determinazioni sulle osservazioni ricevute e trasmette il piano alla Giunta regionale.

Al fine della definitiva adozione del Piano è inoltre prevista la convocazione della Conferenza Programmatica di cui all’articolo 1-bis del decreto-legge 12 ottobre 2000, n. 279, convertito con legge 11 dicembre 2000, n. 365.

La cartografia del Piano di Assetto Idrogeologico (PAI), così come gli atti di modifica, è scaricabile dal sito dell'Autorità di Bacino Regionale per il cui collegamento si rimanda alla sezione "Approfondimenti".

Informazioni
Ufficio: Edilizia Privata -Sportello Unico per l'Edilizia
Referente: Ing. Mario Patonico
Sede: Palazzo La Nuova Gioventù viale Leopardi n. 6
Telefono: 071/6629250
;
;
;
Bandiera Blu Bandiera Verde Zipa-Consorzio zone imprenditoriali Provincia di Ancona Marca Anconetana Associazione Comuni Virtuosi Multiservizi Spa Urbino Terre di Frattula Terra del Duca
Powered by Hippo CMS Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS
responsabile del sito