Sito istituzionale del Comune di Senigallia

La campagna La campagna Scapezzano Spiaggia di velluto Tramonto
In evidenza
Comune di Senigallia - Piazza Roma, 8 / Centralino 071-66291 / Fax 071-6629303 P.e.c. comune.senigallia@emarche.it
Autorizzazione Paesaggistica

Gli interventi edilizi attuati in aree assoggettate a tutela ai sensi del D. Lgs. 22.01.2004 n. 42, art. 146 – e s.m.i., fatta eccezione per gli interventi di manutenzione ordinaria, di manutenzione straordinaria, di consolidamento statico e  di restauro conservativo che non alterino lo stato dei luoghi e l'aspetto esteriore degli edifici, sono sottoposti al rilascio dell’autorizzazione paesaggistica.

DOCUMENTI DA PRESENTARE:
Istanza in bollo, utilizzando il modello predisposto dallo Sportello Unico per l’Edilizia, corredata dalla cartella edilizia, dagli elaborati progettuali e dalla relazione paesaggistica di cui all’allegato all’accordo Regione Marche-MIBAC del 19.12.2007. Tale documentazione deve essere presentata in triplice copia.

REQUISITI:
L’istanza di autorizzazione paesaggistica deve essere presentata dal proprietario o da chi è titolare di un diritto reale sul bene oggetto di intervento prima dell’esecuzione dei lavori.
Il diritto sul bene deve essere compatibile con la natura dell’intervento richiesto.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE:
L’istanza può essere inoltrata tramite il servizio postale o consegnata direttamente al front-office dello Sportello Unico per l'Edilizia dove gli operatori rilasciano ricevuta comprovante la data di presentazione.
L’autorizzazione paesaggistica per gli interventi soggetti ad attività edilizia libera, denuncia d’inizio attività (DIA) e  segnalazione certificata d'inizio attività (SCIA)  deve essere acquisita preventivamente mentre, per gli interventi soggetti ad autorizzazione amministrativa ed a permesso di costruire è acquisita d’ufficio ai sensi del D.P.R. 06.06.2001 n. 380, artt. 5 c. 4 e 23 c. 3 – e s.m.i..
E’ comunque fatta salva la facoltà per l’interessato di richiedere l’autorizzazione paesaggistica preventivamente anche per gli interventi soggetti a permesso di costruire o ad autorizzazione amministrativa .

COSTI:
cartella edilizia, diritti di segreteria, bolli.

ITER PROCEDURALE E TEMPISTICA:  
Il Responsabile del Procedimento inoltra al richiedente, entro 10 giorni dalla presentazione dell’istanza, la comunicazione di avvio del procedimento ai sensi della L. 07.08.1990 n. 241, art. 7 - e s.m.i.. 
Il Responsabile del Procedimento ricevuta l'istanza verifica preliminarmente se l'intervento proposto  sia esonerato dall'autorizzazione paesaggistica, ovvero, sia soggetto ad autorizzazione paesaggistica in regime ordinario o in regime semplificato e provvede a darne comunicazione al richiedente.
Regime ordinario:
Il Responsabile del Procedimento, entro 40 giorni dalla presentazione dell’istanza, verifica la correttezza e la completezza della documentazione presentata, chiede l'eventuale integrazione, verifica la compatibilità tra l'interesse paesaggistico tutelato e l'intervento proposto, predispone la relazione tecnica illustrativa e trasmette alla Soprintendenza la proposta di rilascio o di diniego dell'autorizzazione paesaggistica corredata dagli elaborati progettuali.
La Soprintendenza entro 45 giorni dal ricevimento della documentazione esprime il proprio parere vincolante. Se il suddetto termine scade senza che il parere sia stato emesso può essere convocata una conferenza dei servizi alla quale il Soprintendente partecipa o fa pervenire il suo parere scritto; la conferenza dei servizi si pronuncia perentoriamente entro 15 giorni.
Il Responsabile del Procedimento, ricevuto il parere della Soprintendenza, entro 20 giorni predispone il provvedimento di rilascio dell'autorizzazione paesaggistica, se il parere è favorevole o favorevole con prescrizioni, o invia la lettera di preavviso di diniego di cui all'art. 10bis della Legge 07.08.1990 n. 241 - e s.m.i. se il parere è negativo.
Il provvedimento finale, che lo Sportello Unico per l’Edilizia provvede a notificare all’interessato, è adottato dal dirigente.
Qualora la Soprintendenza non si esprima, una volta decorsi 60 giorni dalla ricezione della pratica, il Responsabile del Provvedimento conclude il procedimento con il rilascio o il diniego dell'autorizzazione paesaggistica.
Il procedimento dell'autorizzazione paesaggistica, come sopra descritto, può avere una durata massima di 105 giorni (120 giorni se viene indetta la conferenza dei servizi). Decorso tutti i termini del procedimento, l'interessato può richiedere il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica in via sostitutiva alla Regione che vi provvede, anche mediante un commissario ad-acta, entro 60 giorni dal ricevimento della richiesta.  
Regime semplificato:
Il Responsabile del Procedimento, entro 30 giorni dalla presentazione dell’istanza, verifica la correttezza e la completezza della documentazione presentata, chiede l'eventuale integrazione che deve essere presentata entro 15 giorni dal ricevimento della richiesta e verifica la compatibilità tra l'interesse paesaggistico tutelato e l'intervento proposto.  
In caso di non conformità dell'intervento proposto alla disciplina urbanistica ed edilizia viene dichiarata l'improcedibilità della domanda di autorizzazione paesaggistica dandone immediata comunicazione al richiedente.
In caso di valutazione positiva della conformità urbanistica ed edilizia e della compatibilità paesaggistica il Responsabile del Procedimento predispone una motivata proposta di accoglimento e la trasmette alla Soprintendenza unitamente alla documentazione tecnica presentata che, entro 25 giorni dal ricevimento della documentazione, esprime il proprio parere vincolante.  Se il suddetto termine scade senza che il parere sia stato emesso il Responsabile del Provvedimento conclude il procedimento con il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica. Nel caso in cui il Responsabile del Procedimento riceve il parere della Soprintendenza entro i termini,  nei 5 giorni successivi predispone il provvedimento di rilascio dell'autorizzazione paesaggistica se il parere è favorevole o favorevole con prescrizioni.
In caso di valutazione negativa da parte della Soprintendenza è compito della stessa emettere il provvedimento di rigetto dell'istanza, previa comunicazione all'interessato dei motivi che ostano all'accoglimento.   
Il procedimento di autorizzazione paesaggistica semplificata, come sopra descritto, può avere una durata massima di 60 giorni.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO:
D. Lgs. 22.01.2004 n. 42 - e s.m.i..
D.P.R. 09.07.2010 n. 139 - e s.m.i.

ANNOTAZIONI:
L'autorizzazione paesaggistica sia in regime ordinario che in quello semplificato è immediatamente efficace ed è valida per 5 anni decorsi i quali, per eseguire o completare l'intervento, deve essere ottenuta una nuova autorizzazione paesaggistica.
Ai sensi di quanto disposto dal D. Lgs. 22.01.2004 n. 42, art. 146, c. 10, lett. c) - e s.m.i. l'autorizzazione paesaggistica non può essere rilasciata in sanatoria successivamente alla realizzazione, anche parziale, degli interventi edilizi.
Si fa presente che in data 19.12.2007 la Regione Marche ed il Ministero per i Beni e le Attività Culturali hanno siglato un accordo che prevede semplificazioni ai criteri di redazione ed ai contenuti della relazione paesaggistica; tale accordo può essere scaricato dalla sezione "ALLEGATI" presente in questa pagina.

MODULISTICA:
La modulistica è scaricabile, in formato RTF o PDF, dalla sezione "ALLEGATI" presente in questa pagina nonchè reperibile in formato cartaceo presso il front-office dello Sportello Unico per l'Edilizia.

MODELLO

FILE

DESCRIZIONE              

ULTIMA MODIFICA

D_080P PDF Richiesta autorizzazione paesaggistica 03.02.2011
D_080R RTF Richiesta autorizzazione paesaggistica 03.02.2011
GEN_015P PDF Elezione di domicilio ai sensi artt. 47 e 1350 C.C. 21.01.2013
GEN_015R RTF Elezione di domicilio ai sensi artt. 47 e 1350 C.C. 21.01.2013
GEN_020P PDF Dichiarazione sostitutiva atto di notorietà attestante la proprietà 03.02.2011
GEN_020R RTF Dichiarazione sostituitva atto di notorietà attestante la proprietà 03.02.2011
GEN_040P PDF Allegato cartella 03.02.2011
GEN_040R RTF Allegato cartella 03.02.2011

Si informa che é vietato presentare modulistica che sia stata modificata nei contenuti rispetto a quella predisposta dallo Sportello Unico per l'Edilizia.

INFORMAZIONI:
E’ possibile conoscere lo stato della pratica attraverso il proprio computer accedendo dal portale dello Sportello Unico per l’Edilizia al servizio "ricerca pratiche on-line" oppure rivolgendosi al front-office dello Sportello Unico per l'Edilizia negli orari di apertura.

 

Informazioni
Ufficio: Governo del Territorio e Protezione Civile
Referente: Arch. Giuliani Daniela
Sede: Palazzo La Nuova Gioventù viale Leopardi n. 6
Telefono: 071/6629227
;
;
;
Bandiera Blu Bandiera Verde Zipa-Consorzio zone imprenditoriali Provincia di Ancona Marca Anconetana Associazione Comuni Virtuosi Multiservizi Spa Urbino Terre di Frattula Terra del Duca
Powered by Hippo CMS Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS
responsabile del sito