Sito istituzionale del Comune di Senigallia

La campagna La campagna Scapezzano Spiaggia di velluto Tramonto
In evidenza
Comune di Senigallia - Piazza Roma, 8 / Centralino 071-66291 / Fax 071-6629303 P.e.c. comune.senigallia@emarche.it
VARIANTE PARZIALE PRG "CITTA' RESILIENTE” - Adozione ex art. 26 L.R. 34/1992
Delibera di C.C. n. 11 del 30/01/2020

Il Consiglio Comunale, con deliberazione n. 11 del 30 gennaio 2020, ha adottato la variante parziale al PRG vigente denominata “Città Resiliente”.

Dopo il tempo della crisi economica ed edilizia che ha colpito il Paese, la città di Senigallia, pur colpita dall’evento dell’alluvione, da molti punti di vista si ritrova più forte.

Grazie all’operosità della Città e alle scelte dell’Amministrazione che ha saputo puntare sul turismo, la cultura, il sociale, la riqualificazione edilizia del centro storico, la Città ha raggiunto traguardi importanti, in primis le presenze turistiche, che sono fondamentali per l’economia, ma che rappresentano anche il segno di una città che attrae per la sua bellezza e vitalità.

In questo momento la pianificazione urbanistica è chiamata ad adattare il PRG a questo tempo di cambiamento: la Variante SMART ha segnato un passo significativo puntando sulla semplificazione normativa e sullo snellimento delle procedure ed ora questa variante, un contributo per accompagnare chi può e desidera intervenire nel nostro territorio.

Gli obiettivi della Variante “Città Resiliente” sono riassunti come di seguito:

A – Revisione di previsioni urbanistiche non attuabili nel contesto odierno, attraverso la capacità di rivedere la pianificazione dell’ente di fronte a situazioni di non attuabilità degli interventi programmati.

B – Programmazione della Città Pubblica favorendo l’investimento di capitali privati per le infrastrutture e i servizi. La variante persegue questo obiettivo chiedendo ai privati che desiderano investire nel nostro territorio un plusvalore destinato alla collettività, espresso come opere pubbliche, cessioni di aree per servizi o di recupero ambientale, monetizzazioni vincolate.

C – Introduzione di misure volte alla qualificazione dell’esistente, dando priorità alla realtà, al farsi carico di soluzioni misurate e possibili.

D – Riduzione del consumo di suolo, quale processo finalizzato a una minor pressione antropica sul nostro territorio e ad una minor impermeabilizzazione dei suoli.

E – Informatizzazione e semplificazione del PRG con la conclusione del processo di trasposizione dei piani delle frazioni ancora cartacei e la revisione normativa.

La variante al PRG “Città Resiliente” è assoggettata a procedura di VAS, di cui al D.Lgs 3 aprile 2006, n. 152, ai sensi della D.G.R. Marche n. 1400 del 20 ottobre 2008 e D.G.R. n. 1813/2010 e ss.mm.ii. e pertanto questa Amministrazione quale Ente procedente ha avviato il procedimento per la verifica preliminare (fase di scoping) presso la Provincia di Ancona quale Autorità competente.

Pertanto, con la deliberazione del C.C. n. 11/2020 è stato adottato anche il Rapporto Ambientale relativo pubblicato alla seguente sezione:

Rapporto Ambientale Variante PRG “Città Resiliente”

La variante redatta dall’Area Tecnica Territorio Ambiente, si compone dei seguenti documenti:

- P.1_Relazione illustrativa

- P.2_Norme Tecniche di Attuazione - Versione comparata Vigente/Variante

- P.3_Specifiche tecniche per le zone dotate di progettazione urbanistica di dettaglio – Schede modificate

- P.4_Zone urbanistiche - Tutele ambientali - Book comparativo delle zone soggette a modifica

- Indagine geologica e geomorfologica e di compatibilità idraulica

- a seguito della adozione variante "Città Resiliente" risultano in salvaguardia i seguenti elaborati del P.R.G.
Documento P.1 Relazione illustrativa
Documento P.1.1 Elaborati del PRG
Documento P.2.1 Norme tecniche di attuazione del PRG
Documento P.2.2 Norme Tecniche di Attuazione relative al patrimonio edilizio storico architettonico
Documento P.3 Specifiche tecniche per le zone dotate di progettazione urbanistica di dettaglio
‐ P.3.1 Comparti urbanistici della fascia litoranea
‐ P.3.2 Comparti urbanistici dell’ambito Arceviese
‐ P.3.3 Comparti urbanistici con modalità insediative di dettaglio
Documento P.4  Zone urbanistiche - Tutele ambientali 
- P.4.1    Fiume Cesano            
- P.4.2    Cesano               
- P.4.4    Montedoro          
- P.4.5    Il Trocco      
- P.4.6    Cesanella        
- P.4.7    Fosso della Bruciata  
- P.4.8    La Donnella     
- P.4.9    Scapezzano     
- P.4.10    Fontenuovo    
- P.4.11    Senigallia centro  
- P.4.12    Roncitelli    
- P.4.13    Fosso Baviera    
- P.4.14    Le Grazie   
- P.4.15    La Capanna 
- P.4.16    Ciarnin
- P.4.17    Sant’Antonio 
- P.4.18    Cannella    
- P.4.19    Vallone   
- P.4.20    Fosso Sant’Angelo  
- P.4.21    La Gabriella    
- P.4.22    Lungomare Italia  
- P.4.24    Brugnetto       
- P.4.25    La Benedetta  
- P.4.26    S.Angelo    
- P.4.29    Marzocca    
- P.4.30    Bettolelle    
- P.4.31    Fosso del Cavallo   
- P.4.32    La Querciabella   
- P.4.33    San Silvestro   
- P.4.34    Il Rubbiano    
- P.4.35    Montignano     
- P.4.36    Le Casine    
- P.4.37    Il Filetto       
- P.4.38    Il Grottino   
- P.4.39    Fabbrici-Ville  
- P.4.40    Castellaro        
- P.4.44    Scaricamantello         

Documento S1 Zone territoriali omogenee
- S.1.1  Territorio nord
- S.1.2  Territorio sud

Documento S2 Identificazione e perimetrazione degli ambiti di tutela definitivi - PPAR
- S.2.1  Territorio nord
- S.2.2  Territorio sud

Documento P.8 Sintesi struttura‐simbologia di PRG

Informazioni
Ufficio: Ufficio Governo del Territorio e Protezione Civile
Referente: Arch. Daniela Giuliani
Sede: Palazzo La Nuova Gioventù - Viale Leopardi, 6
Telefono: 071 6629227
;
;
Bandiera Blu Bandiera Verde Zipa-Consorzio zone imprenditoriali Provincia di Ancona Marca Anconetana Associazione Comuni Virtuosi Multiservizi Spa Urbino Terre di Frattula Terra del Duca
Powered by Hippo CMS Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS
responsabile del sito