Sito istituzionale del Comune di Senigallia

Foro Annonario Biblioteca Comunale Porto di Senigallia Rocca Roveresca Rotonda a mare di notte Foro Annonario Portici Ercolani Porto di Senigallia Roncitelli Foro Annonario
In evidenza
Comune di Senigallia - Piazza Roma, 8 / Centralino 071-66291 / Fax 071-6629303 P.e.c. comune.senigallia@emarche.it
Prorogata la mostra di Leo Matiz “La fotografia come racconto”, Senigallia espone gli scatti di Leo Matiz
“La fotografia come racconto” alla Rocca Roveresca fino al 28 febbraio 2015

Ancora più di un mese per visitare i capolavori di Leo Matiz allestiti Rocca Roveresca. Il Comune di Senigallia ha infatti deciso di prorogare fino al 28 febbraio la mostra “Leo Matiz: la fotografia come racconto”, inaugurata lo scorso ottobre dalla figlia del grande fotografo colombiano, Alejandra Matiz.

Il progetto è realizzato con la compartecipazione della Fondazione Città di Senigallia e sostenuto finanziariamente da importanti sponsor privati come Fondar, Eurogas, Namirial, Fiorini International, Sica Altoparlanti, Tms Clima, Rotary Club di Senigallia e Lions Club di Senigallia.

La mostra rimarrà aperta fino al 28 febbraio 2015 alla Rocca Roveresca tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.30. L'ingresso è di € 2, con riduzione a 1€ per ragazzi tra i 18 e i 24 anni. Gratuito per i minori di 18 anni e la prima domenica di ogni mese.

Matiz, nato ad Aracataca (Colombia), la magica Macondo di Cent’anni di solitudine di Gabriel García Márquez, oltre a essere considerato uno dei giganti della fotografia del Novecento, è stato anche caricaturista, pittore, gallerista, editore e attore. Tra i suoi lavori più noti, la suite di scatti dedicati all'intenso e tormentato rapporto sentimentale tra Frida Khalo e Diego Rivera, il cui interesse, di recente, è stato riacceso dal successo registrato dalla mostra delle opere dell'artista messicana alle Scuderie del Quirinale .

La suite di Frida e Diego sarà riproposta a Senigallia in un  più ampio panorama di cinquanta fotografie rappresentative del mondo artistico frequentato dall’autore, ma anche di un attraente e splendido momento del cinema  americano e di uno sguardo sulla vita sociale e della politica del Novecento. Tra le opere esposte infatti anche le foto della magica Macondo di Cent’anni di solitudine, sua città natale e del grande amico Gabriel Garcia Marquez, e i ritratti di personaggi come Salvador Allende, Pablo Neruda, Fidel Castro, Nelson Rockefeller, Juan Domingo Peron, Golda Meier, Marc Chagall, Luis Bunuel, Louis Armstrong e Walt Disney.

La mostra è curata da Carlo Emanuele Bugatti, direttore del Musinf di Senigallia, e dall’architetto Gianni Volpe. Entrambi, insieme ad Alejandra Matiz, figlia di Leo e attuale presidente della Fondazione Matiz di Città del Messico, hanno anche curato la redazione del catalogo. E proprio ad Alejandra Matiz, si deve il rilancio dell’interesse intorno agli scatti relativi a Frida Khalo e Diego Rivera, grazie a due mostre realizzate a Parigi e a Roma.

Forte è il legame tra la Matiz e Senigallia, nato molti anni fa quando venne in città per incontrare Mario Giacomelli: grande estimatrice delle raccolte conservate al Musinf, oggi è ambasciatrice in America della fotografia italiana e, in particolare, dei talenti senigalliesi.


;
;
Bandiera Blu Bandiera Verde Zipa-Consorzio zone imprenditoriali Provincia di Ancona Marca Anconetana Associazione Comuni Virtuosi Multiservizi Spa Urbino Terre di Frattula Terra del Duca
Powered by Hippo CMS Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS
responsabile del sito