Sito istituzionale del Comune di Senigallia

Foro Annonario Biblioteca Comunale Porto di Senigallia Rocca Roveresca Rotonda a mare di notte Foro Annonario Portici Ercolani Porto di Senigallia Roncitelli Foro Annonario
In evidenza
Comune di Senigallia - Piazza Roma, 8 / Centralino 071-66291 / Fax 071-6629303 P.e.c. comune.senigallia@emarche.it
Impianti termici
Tutto quello che c'è da sapere in materia di manutenzione, controlli, accertamenti ed ispezioni. Via ai controlli dal 2 settembre.

Controlli sugli impianti termici
A partire dal prossimo 2 settembre 2019 Aset S.p.A. avvierà le ispezioni in campo sugli impianti termici presenti nel territorio del comune di Senigallia, in conformità a quanto previsto dalla legge regionale n. 19/2015, che disciplina le attività di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione, accertamento e ispezione degli impianti termici degli edifici pubblici e privati, al fine di contenere i consumi e favorire l’efficienza energetica degli stessi edifici e dal regolamento tecnico per l’esecuzione di tali attività, approvato dall’Amministrazione Comunale di Senigallia, con delibera di Giunta n° 102 del 30 aprile 2019

CHI È SOGGETTO ALLE ISPEZIONI?

1) tutti i responsabili di impianto che non hanno assolto agli obblighi previsti dalla legge regionale 19/2015 di autocertificazione dell’efficienza energetica del proprio impianto con invio ad Aset S.p.A., tramite il proprio manutentore di fiducia, del relativo rapporto munito di segno identificativo.

2) tutti i responsabili degli impianti termici per i quali, in base alla documentazione trasmessa ad Aset S.p.A., si evincono possibili situazioni di pericolosità per persone, animali domestici e beni presenti nell’edificio in cui è installato l’impianto termico;

3) tutti i responsabili degli impianti termici per i quali la documentazione prevista per legge è stata inviata ad Aset S.p.A. in ritardo rispetto alle tempistiche previste dalla legge regionale;

4) tutti i responsabili degli impianti termici per i quali, in base alle potenze e caratteristiche tecniche, le ispezioni sono comunque obbligatorie in quanto previste dalla legge regionale.

COSA RISCHIA CHI NON HA EFFETTUATO I CONTROLLI?
I responsabili di impianto che non hanno provveduto a sottoporre ad autocertificazione dell’efficienza energetica o lo hanno fatto in ritardo rispetto alla tempistica prevista dalla legge regionale, saranno soggetti a visita ispettiva a pagamento a loro carico, il cui costo è variabile a seconda della tipologia e potenza dell’impianto come indicato nell’allegato tariffario delle ispezioni.

Il Comune potrà inoltre applicare le sanzioni amministrative pecuniarie previste dalla legge regionale nei seguenti casi:

  1. mancanza del libretto di impianto;
  2. accertamento della mancata effettuazione dell'ultima manutenzione prevista per l’impianto in base ai contenuti della dichiarazione di frequenza di manutenzione rilasciata dal manutentore;
  3. mancato rispetto della richiesta di adeguamento tecnico dell’impianto formulata in sede di visita ispettiva in campo

COME SARAI AVVISATO IN CASO DI ISPEZIONE?

Non è prevista alcuna visita a sorpresa da parte degli ispettori. Aset S.p.A. provvederà ad avvisare coloro che saranno soggetti alle ispezioni, mediante una raccomandata con ricevuta di ritorno o PEC o altro mezzo di preavviso certificato, che sarà recapitata almeno 15 giorni prima della data prestabilita per l’ispezione, nella quale sarà indicata la fascia oraria non maggiore di 2 ore prevista per l’ispezione e il nominativo degli ispettori che si presenteranno. Nel caso in cui l’ispezione sia a pagamento saranno inoltre specificate le indicazioni per effettuare il bonifico di pagamento a copertura del relativo costo. Sarà facoltà del responsabile dell’impianto termico concordare con Aset S.p.A. lo spostamento dell’ispezione. Le modalità di preavviso delle ispezioni e la gestione degli appuntamenti sono illustrate in dettaglio nell’estratto del regolamento tecnico modalità di preavviso ispezioni.

COME SI SVOLGERA’ UN ISPEZIONE?

Per consentire e agevolare l’esecuzione delle ispezioni, il Responsabile dell’impianto dovrà attenersi alle seguenti indicazioni:

- può delegare una persona maggiorenne di sua fiducia mediante delega scritta, in caso di impedimento, ad essere presente all’ispezione;

- ha facoltà di farsi assistere dal proprio manutentore di fiducia durante l’ispezione;

-  deve mettere a disposizione dell’ispettore la seguente documentazione relativa all'impianto termico:

1. il libretto di impianto, regolarmente compilato, completo degli allegati e comprensivo, almeno, dell’ultimo rapporto di controllo di efficienza energetica;

2. le istruzioni riguardanti la manutenzione dell’impianto termico e la dichiarazione di frequenza di manutenzione rilasciata dal proprio manutentore di fiducia;

3. la dichiarazione di conformità o la dichiarazione di rispondenza dell’impianto termico;

4. ove necessario, la pratica per le attività soggette alla prevenzione incendi, la documentazione INAIL (ex ISPESL) e quant'altro necessario, secondo la tipologia dell'impianto.

Alla data e all’ora (ovvero entro la fascia oraria) comunicate, l’ispettore si presenterà all’indirizzo indicato nella lettera di preavviso, munito di tesserino di riconoscimento, ed effettuerà l’ispezione dell’impianto secondo le modalità previste della legge e riportate in dettaglio nell’estratto del regolamento tecnico modalità di esecuzione delle ispezioni.

Al termine dell’ispezione l’ispettore rilascerà al responsabile di impianto un verbale di avvenuta ispezione riportante l’esito della verifica e, se necessario, eventuali indicazioni di intervento tecnico per ripristinare le condizioni di efficienza energetica e/o sicurezza dell’impianto con la tempistica entro la quale provvedere.

Nessuna somma di denaro dovrà essere consegnata a qualsiasi titolo all’ispettore.

-------

Che cos'è e cosa disciplina la legge regionale n. 19/2015

La legge regionale n. 19/2015 disciplina le attività di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione, accertamento e ispezione degli impianti termici degli edifici pubblici e privati, al fine di contenere i consumi e favorire l’efficienza energetica degli stessi edifici.

La stessa legge individua il Comune di Senigallia quale Autorità alla quale competono i controlli, gli accertamenti e le ispezioni degli impianti termici previsti dalla specifica normativa di settore.

Per il Comune di Senigallia le attività di accertamento e ispezione sugli impianti termici sono svolte a partire dal 14 giugno 2017 e per la durata di 4 anni dalla società Aset S.p.A. di Fano, che opera in forza di un accordo di partenariato pubblico ex art. 5 comma 6° del D.Lgs. 50/16 approvato con Deliberazione Consiglio Comunale n. 26 del 29.03.2017, come Soggetto Esecutore per il territorio comunale di Senigallia ai sensi dell’art. 2 comma 3 della Legge regionale 19/2015 e pertanto svolgerà tutte le funzioni di accertamento ed ispezione degli impianti termici degli edifici a norma della Legge Regionale 19/2015.

Chi è soggetto all’applicazione della legge regionale n. 19/2015?

Tutti coloro che sono responsabili di un impianto termico. Tali soggetti dovranno osservare i compiti specifici previsti dalla nuova normativa regionale.

Chi è il responsabile di un impianto termico?

Può essere a seconda dei casi:

l'occupante a qualsiasi titolo dell’unità abitativa/produttiva in cui è presente l’impianto;

il proprietario dell’unità abitativa/produttiva non affittata in cui è presente l’impianto;

l’amministratore di condominio. Se non nominato, la responsabilità è di tutti i condomini;

il terzo responsabile se nominato ai sensi dell’art 6 d.p.r. 74/2013;

Quali sono gli impianti termici interessati dall’applicazione della legge regionale n. 19/2015?

Sono gli impianti destinati alla climatizzazione invernale con generatore di calore a fiamma aventi potenza termica utile nominale almeno pari a 10 kW, autonomi e/o centralizzati, alimentati a combustibile gassoso, liquido o solido, gli impianti per la climatizzazione invernale e/o estiva alimentati a energia elettrica aventi potenza termica utile nominale almeno pari a 12 kW, gli impianti di teleriscaldamento e quelli cogenerativi.

Quali compiti affida al responsabile dell’impianto la legge regionale n. 19/2015?

1) mantenere l’impianto termico destinato alla climatizzazione invernale a una temperatura ambiente non superiore a 20°C + 2°C di tolleranza e nel rispetto del periodo annuale di accensione che per il Comune di Senigallia va dal 1 novembre al 15 aprile, per una durata massima di 12 ore giornaliere, eccetto gli impianti di riscaldamento a piastre radianti e salvo deroghe disposte dal sindaco;

2) far compilare al proprio manutentore di fiducia la Dichiarazione di Frequenza, un documento che attesta la tipologia e la cadenza delle manutenzioni cui sarà soggetto il proprio impianto termico;

3) far eseguire al proprio manutentore di fiducia la manutenzione dell'impianto, con le scadenze previste nella Dichiarazione di Frequenza

4) far eseguire al proprio manutentore di fiducia il Controllo di Efficienza Energetica con la tempistica indicata dalla legge regionale n. 19/2015, che per gli impianti di climatizzazione invernale alimentati a gas metano o GPL è fissata ogni 4 anni. Il relativo Rapporto (RCEE), redatto dal manutentore in triplice copia e firmato dal responsabile di impianto, dovrà essere inviato a cura del manutentore ad Aset s.p.a. munito del segno identificativo di validazione (bollino), il cui costo è a carico del responsabile dell'impianto. L’avvenuto accertamento da parte di Aset s.p.a. del RCEE trasmesso sostituisce l’attività di ispezione sull’impianto, che diversamente dovrà essere da parte del soggetto esecutore secondo le modalità previste dalla legge;

Per tutti gli impianti che a partire dal 1 Gennaio 2017 sono già stati oggetto di autocertificazione del controllo di efficienza energetica, anche se in assenza di distribuzione al manutentore del segno identificativo di validazione (bollino), è possibile inviare ad Aset S.p.A. il rapporto (RCEE) munito di segno identificativo entro il 31 dicembre 2017, secondo le indicazioni fornite dal Comune di Senigallia, riportate nella Determinazione Dirigenziale n. 942 del 30/06/2017. L’invio sarà a cura del manutentore.

Il responsabile di impianto ha l’obbligo di conservare la copia di propria competenza del RCEE unitamente al libretto di impianto e alla dichiarazione di conformità.

Per gli impianti di climatizzazione invernale alimentati a gas o gpl che devono inviare il RCEE ogni 4 anni la legge prevede inoltre che, a metà del periodo intercorrente tra due successive trasmissioni dell’RCEE, cioè dopo due anni, il manutentore provvederà a compilare la dichiarazione di avvenuta manutenzione (DAM) e trasmetterla ad Aset Holding s.p.a. senza applicazione di alcun segno identificativo.

Perché effettuare tutti i controlli previsti dalla legge?

PIU’ RISPARMIO ENERGETICO

Per consumare meno combustibile a parità di calore prodotto.

PIU’ RISPARMIO ECONOMICO

Per risparmiare sulle spese di riscaldamento e aumentare la durata dell’impianto termico.

PIU’ QUALITA’ DELL’AMBIENTE

Per ridurre l’emissione di sostanze inquinanti in atmosfera e concorrere a migliorare la qualità dell’ambiente in cui viviamo.

PIU' SICUREZZA

Per controllare che l'impianto non costituisca pericolo per sé e per i vicini di casa.

Altre informazioni e approfondimenti sono disponibili sul sito

www.asetholding.it/servizi/impianti-termici (in fase di aggiornamento) oppure ai seguenti contatti

ASET S.p.A.:

Via Enrico Mattei, 17 – 61032 Fano (PU)

Sede Operativa Via Nolfi 3/A Tel 0721/818111 Fax 0721/818134

PEC: info@cert.asetservizi.it 

e-mail: impiantitermici@asetholding.it 

Orari apertura ufficio impianti termici di Fano c/o via Nolfi 3/A

Lunedì chiuso

Martedì dalle 9:00 alle 12:30

Mercoledì dalle 9:00 alle 12:30

Giovedì dalle 9:00 alle 12:30

Venerdì chiuso

Si informa inoltre che Aset S.p.A. ha predisposto un ufficio impianti termici presso il Comune di Senigallia. L’ufficio si trova presso il centro sociale Saline in via Dei Gerani 12 (sopra il supermercato Coop Saline). Gli orari di apertura al pubblico sono:

Martedì dalle 15:00 alle 17:00 

Venerdì dalle 9:00 alle 13:00

 

Aset S.p.A. ha predisposto un ufficio impianti termici anche nel Comune di Jesi presso le residenza comunale ingresso di Piazza Spontini. Gli orari di apertura al pubblico sono:

Lunedì dalle 9:00 alle 13:00

Giovedì dalle 15:00 alle 17:00

 

Dal prossimo 2 settembre, data di avvio delle ispezioni, gli orari dei suddetti uffici varieranno come di seguito per consentire le ispezioni in campo:

Comune di Senigallia Martedì dalle 9:00 alle 13:00

Comune di Jesi Giovedì dalle 9:00 alle 12:30


Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web “Energia” della Regione Marche al seguente link (http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Energia/Impianti-termici)

;
;
;
Bandiera Blu Bandiera Verde Zipa-Consorzio zone imprenditoriali Provincia di Ancona Marca Anconetana Associazione Comuni Virtuosi Multiservizi Spa Urbino Terre di Frattula Terra del Duca
Powered by Hippo CMS Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS
responsabile del sito