"Il giallo venuto dal freddo", lunedì 22 agosto alle 21,30 alla Rotonda a Mare

La letteratura poliziesca svedese è ormai diventata un marchio di fabbrica globale.

Uomini che odiano le donne Dalle quasi trenta milioni di copie vendute della trilogia "millennium" di Stieg Larsson,ad Henning Mankellcon le indagini del suo commissario Wallander, il giallo che viene dal freddo ha progressivamente conquistato i lettori di tutto l mondo. Di questo fenomeno editoriale si parlerà durante il festival ventimilarighesottoimari in giallo lunedì 22 agosto alle 21,30 alla Rotonda a Mare con il direttore editoriale di Marsilio editore Jacopo De Michelis, il giornalista del quotidiano nazionale Matteo Massie lo scrittore e conduttore radiofonico Massimo Cirri.

Attraverso le testimonianze ed i punti di vista degli ospiti si cercherà di far luce sui segreti di questa scuola noir made in Svezia. Un binomio quello tra giallo e Svezia in apparenza singolare dal momento che si tratta di un paese più abituato al dramma borghese che alle indagini sugli omicidi. Eppure nella letteratura scandinava c'è una lunga tradizione di saghe intrisi di sangue, come quella dei Nibelunghi, e di vicende cupe.

Il giallo Svezia è più cerebrale e meno "splatter" ndi quello statunitense, dimostra una grande attenzione ai temi dell'attualità (razzismo, strapotere della finanza) propone detective difettosi molto diversi dagli eroi a tutto tondo tipici del genere. Ci mostra il lato oscuro della società svedese svelando ai nostri occhi la contraddizione tra lo stereotipo della tranquillità e del benessere e l'efferatezza dei crimini rappresentati.

© 2015 Ventimilarighesottoimari - All Rights Reserved