Esplora contenuti correlati

Comunicazione Inizio Lavori Asseverata Superbonus – CILAS

Secondo la normativa, tutti le opere previste dall’articolo 119, comma 13-ter, del DL n. 34 del 2020, come modificato dall’articolo 33 del DL n. 77 del 2021, costituendo interventi per l’efficientamento energetico e/o interventi strutturali, ad eccezione di quelli che prevedono la demolizione e ricostruzione, sono classificati come manutenzione straordinaria e devono essere legittimati tramite CILAS.
La CILAS deve riguardare esclusivamente gli interventi ammessi a Superbonus ( trainanti e trainati).
La CILAS è necessaria anche quando i lavori, ammessi al Superbonus, consistono esclusivamente in interventi di Manutenzione Ordinaria e come tali inquadrati in regime di attività edilizia libera, ai sensi dell’art. 6 del DPR 380/01 (es.: isolamento della copertura con ripristino manto, pannelli solari termici e fotovoltaici, sostituzione caldaia, installazione ascensori e piattaforme elevatrici interne agli edifici al fine del superamento barriere architettoniche, sostituzione infissi, installazione colonnine di ricarica veicoli elettrici, ecc.). La CILAS deve essere completa di Autorizzazioni e pareri di competenza Enti Terzi.
Qualora siano previste ulteriori opere non ammesse a Superbonus ma strettamente correlate a quelle ammesse al Superbonus (es: modifiche interne e/o prospettiche da assoggettare a CILA o SCIA correlate a realizzazione di cappotto esterno), occorre presentare la CILAS come autonoma pratica edilizia, preceduta però dalla pratica ordinariamente richiesta per gli interventi correlati, in modo da poter riportare sulla CILAS gli estremi di presentazione della pratica “correlata”, come previsto al quadro d.3 del modulo CILAS.
Nel caso in cui siano previste ulteriori opere non ammesse a Superbonus e non strettamente correlate a quelle ammesse al Superbonus (es: realizzazione modifiche alle tramezzature interne realizzate contestualmente al cappotto esterno con sostituzione caldaia), occorre presentare distintamente un ulteriore titolo abilitativo (CILA, SCIA) e la CILAS non costituisce integrazione di questo titolo.

DOCUMENTI DA PRESENTARE:

Comunicazione utilizzando la modulistica unificata;

REQUISITI:

La comunicazione deve essere presentata dal proprietario o da chi è titolare di un diritto reale sul bene oggetto di intervento.
Il diritto sul bene deve essere compatibile con la natura dell’intervento richiesto.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE:

La pratica deve essere attivata tramite portale SUE.

COSTI:

Diritti di segreteria.

ITER PROCEDURALE E TEMPISTICA:

L’attività edilizia può essere iniziata contestualmente alla data di presentazione della comunicazione che deve essere corredata, nei casi in cui ci sia la necessità di acquisizione di autorizzazioni e/o atti di assenso di altri uffici e/o enti, di detti pareri o atti autoirizzativi.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO:

dell’art. 119, comma 13-ter, del D.L. n. 34 del 2020, come modificato dall’art. 33 del D.L. n. 77 del 2021.

MODULISTICA:

La modulistica è disponibile sul portale SUE.

INFORMAZIONI:

E’ possibile conoscere lo stato della pratica accedendo dal portale dello Sportello Unico per l’Edilizia al servizio “ricerca pratiche on-line” oppure rivolgendosi al front-office dello Sportello Unico per l’Edilizia negli orari di apertura.


Link al Portale SUE

 


Allegati

File Descrizione Dimensione del file
pdf modello_CILA_superbonus modello CILA superbonus
256 KB
pdf tabelle_diritti_di_segreteria_GM_327_2021 diritti di segreteria interventi edilizi
480 KB

Ufficio di riferimento: Ufficio Edilizia Privata/SUE

Telefono 071 6629238 071 6629250
Indirizzo ufficio Palazzo La nuova Gioventù, Viale Leopardi n. 6 - 60019 Senigallia (AN)

RESPONSABILE ARCH. SILVIA COGNINI

Vai alla pagina dell'ufficio

Condividi: