Esplora contenuti correlati

Revisione del PRG 2015 – Misure per l’accoglienza, l’inclusione sociale e la sicurezza idrogeologica. APPROVAZIONE

Il Consiglio Comunale, con deliberazione n.97 del 26 ottobre 2016, ha approvato in adeguamento ai rilievi Provinciali ex art. 26 L.R. 34/92 la variante di revisione al PRG vigente denominata “Misure per l’accoglienza, l’inclusione sociale e la sicurezza idrogeologica”
Con tale variante si intende armonizzare una serie di politiche e di opzioni già avviate o comunque latenti all’interno di un quadro programmatico coerente con il paradigma dello sviluppo sostenibile. Al centro della discussione si pone dunque il tema del “limite dello sviluppo” non come freno, ma come ricerca di equilibrio tra “consumi” e “risorse” disponibili. La ricerca di un equilibrio dell’ambiente non può pertanto trovare soluzioni esclusivamente nell’agire dei singoli e, ancor di più, dentro a confini amministrativi, ma è questione da ricollocare come paradigma dello sviluppo economico e sociale capace di condizionare le scelte e gli interventi su una scala territoriale estesa.
La città dovrà trovare risposte alle sue esigenze di sviluppo dentro alle attuali previsioni, proponendo un equilibrio dimensionale contenuto e verificato in funzione di un territorio che punta su una maggiore qualità complessiva, l’approccio è dunque quello di escludere ogni ulteriore rilevante area di espansione residenziale in territorio agricolo. La variante opera scelte chiare in relazione al tema della sensibilità/pericolosità idrogeologica, che muovono certamente dagli eventi esondativi del maggio 2014, ma che diventano, integrate nel piano, misure incisive che caratterizzano la pianificazione e in sintesi il rapporto delle attività sociali, economiche, culturali, con l’ambiente.
Sulla base degli indirizzi programmatici di carattere generale (sostenibilità, riduzione del consumo di suolo, mitigazione -attraverso la pianificazione territoriale- del rischio idrogeologico, opportunità per l’accesso alla casa) e di quelli specifici individuati dall’Amministrazione sono state individuate le seguenti linee strategiche funzionali alla verifica di coerenza esterna ed interna del progetto di piano:
A. Contenimento dei carichi urbanistici del PRG vigente in funzione delle rinunce all’edificabilità su base volontaria;
B. Contenimento dei carichi urbanistici del PRG vigente in funzione del contenimento/mitigazione del pericolo idrogeologico derivato dai fenomeni esondativi del maggio 2014.
C. Interventi di revisione del PRG vigente e di nuove localizzazioni caratterizzate dall’interesse pubblico attinenti il settore delle risorse naturalistiche e degli impianti sportivi all’aria aperta.
D. Interventi di revisione del PRG vigente e di nuove localizzazioni caratterizzate dall’interesse pubblico con particolare riferimento al settore dell’edilizia pubblica.
E. Interventi per le zone rurali incentrato sulla revisione della pianificazione dei centri e nuclei sparsi.

Con la stessa deliberazione n. 97/2016 è stato approvato anche il relativo rapporto ambientale.

La variante è stata redatta, nell’ambito dell’Area Tecnica Territorio Ambiente, dall’arch. Roberto Serenelli (Progettista responsabile dell’atto di pianificazione) e dall’arch. Luca Mariani (collaboratore), si compone dei seguenti documenti:
a. elaborati di analisi, sono finalizzati alla rappresentazione organica e valutativa dello stato del territorio e dei processi evolutivi che lo caratterizzano, costituendo il riferimento necessario per la definizione degli obiettivi e dei contenuti del piano e per la valutazione di sostenibilità ambientale e territoriale:
– Censimento dello stato di attuazione del PRG alla data di gennaio 2016, documentato dagli elaborati:

– Dimensionamento PRG-Abitanti teorici e verifica standard, documentato dagli elaborati:

– Indagini geomorfologiche complete di:

– Indagini compatibilità idraulica  complete di:

b. Elaborati normativi

[P] sono finalizzati alla gestione del PRG (escluso il regolamento edilizio) e atti conseguenti per la trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio:

Documento P.4 – Zone urbanistiche e Tutele ambientali – paesaggistiche

 

Documento P.6 Tutele ambientali-paesaggistiche delle risorse Geomorfologiche. Carta delle sensibilità idrogeologiche:

 

Documento P.7 Sintesi struttura-simbologia di PRG

c. Elaborati di sintesi,[S] sono elaborati derivati da quelli conoscitivi e/o prescrittivi e restituiscono in maniera sintetica espressioni generali del PRG e le necessarie dimostrazioni e verifiche normative:
Documento S.1 Zone territoriali omogenee di cui al D.M. 1444/1968 e rete infrastrutturale, scala 1:10.000

Documento S.2 [Integra l’elaborato S.3 vigente] Identificazione e perimetrazione degli ambiti di tutela definitivi – PPAR, scala 1:10.000

Piano di classificazione acustica (aggiornamento):

Relazione
Carta della classificazione acustica del territorio comunale

Relazione integrativa con cui si illustrano modalità, contenuti e specifiche tecniche per l’adeguamento del PRG adottato in via definitiva ai rilievi ex art. 26, comma 6, di cui al Decreto Presidente Provincia n. 135 del 21 luglio 2016.
(N.B. Gli allegati alla relazione costituiscono elaborazioni che sono state trasfuse nel corpo normativo del PRG come approvato con Delibera Consiglio Comunale n.97 del 26 ottobre 2016)


 

Ufficio: Ufficio Programmazione
Referente: Arch. Roberto Serenelli
Sede: Palazzo La Nuova Gioventù – Viale Leopardi, 6
Telefono: 071 6629235
E-Mail: r.serenelli@comune.senigallia.an.it

    Condividi: