Esplora contenuti correlati

Lo sportello donna del Comune di Senigallia contro la violenza di genere

12 Ottobre 2022

La violenza contro le donne è un problema sociale, sistemico, strutturale perpetuato anche da individui apparentemente non violenti (“l’amava così tanto”, “era un bravissimo papà”), basato su sistemi di pensiero che ne giustificano l’esistenza (“eh ma te la sei cercata”, “è stato un raptus”) e per questo lo normalizzano. Un fenomeno gravissimo e purtroppo sempre più frequente, anche nel nostro territorio, che negli ultimi giorni ha purtroppo assistito a molte tristi dimostrazioni.

Venerdì 7 ottobre 2022 – Ancona – 13enne trova il coraggio di denunciare il padre dopo averlo visto sbattere a terra il fratellino di pochi mesi. Viene alla luce così un sommerso fatto di violenza domestica che andava avanti da tempo.

Domenica 9 ottobre 2022 – Ancona – Francesca Mabiglia picchiata al supermercato di fronte al figlio 13enne da un ragazzo, che poi la minaccia di morte sui social. Non ci sono gli estremi per un Codice Rosso. “Ho paura che mi segua e mi possa ammazzare”.

Martedì 11 ottobre 2022 – Osimo – Ilaria Maiorano, 41 anni, massacrata uccisa di botte dal marito per un litigio, all’interno della loro abitazione.

Martedì 11 ottobre 2022 – Ancona – 14enne viene accerchiata, spintonata, gettata a terra e presa a calci da quattro coetanei.

Martedì 11 ottobre 2022 – Senigallia – Donna vittima di “pornografia non consensuale” (revenge porn) affronta l’udienza per aver subito la diffusione di immagini intime e private su un sito pornografico.

Notizie di cronaca che veicolano un messaggio d’urgenza e di emergenza.

Femminicidio, violenza domestica, violenza assistita, violenza psicologica, violenza economica, maltrattamento infantile, stupro, stalking, molestie, revenge porn, cat calling. Ogni giorno bambine, ragazze, donne subiscono maltrattamenti, abusi e violenze sotto i nostri occhi, anche fino alle estreme conseguenze.
Nonostante i tanti provvedimenti, dalla Convenzione di Istanbul al Codice Rosso, non riusciamo a scalfire questo deprecabile fenomeno.
Perché?
Perché la violenza contro le donne è stata “normalizzata”, dal nostro linguaggio comune, dalla rappresentazione dei media e fino a dentro ai tribunali, tanto da arrivare al paradosso del dare alla vittima l’onere della prova, se non a colpevolizzarla.
Assistiamo troppo frequentemente ad atti di minimizzazione della violenza di genere, che non è solo sbagliata a prescindere, ma ha anche la conseguenza di scoraggiare la fiducia delle vittime nella giustizia. E cosa succede? Le donne non denunciano, non si fidano e nei casi più gravi si sentono costrette a subire situazioni di violenza sistematica e continua, anche per lunghi periodi.

La violenza contro le donne è un problema che riguarda tutti, perché rappresenta la manifestazione dei rapporti di forza storicamente diseguali tra i generi, di fatto una dinamica di potere che costringe una parte della cittadinanza in una situazione di inferiorità in termini di diritti e opportunità.
Dobbiamo smetterla di far finta di non vedere o intervenire solo quando è troppo tardi. È necessario costruire una nuova cultura di genere diffusa a tutti i livelli della nostra società, mettendo a punto pratiche dirette a smantellare la dimensione gerarchica insita nella relazione tra i sessi come causa primaria della violenza maschile contro le donne.

Sportello Donna – Assessorato Pari Opportunità
Lo Sportello Donna è un luogo in cui è possibile trovare ascolto, rispetto e supporto ed è rivolto alle donne che vivono situazioni di disagio relazionale, professionale, familiare e della coppia, nella gestione dei figli e nelle varie difficoltà che si trovano ad affrontare”.

Sportello Donna
via Fratelli Bandiera, Palazzo Ferroni Frati

Orari di apertura
:
Lunedì dalle ore 09.30 alle ore 12.30
Martedì dalle ore 15.00 alle ore 18.30
Venerdì dalle ore 09.30 alle ore 13.00
Contatti:
E-mail: sportello.donna@comune.senigallia.an.it
Cellulare: 338 492 6590
Info: https://www.comune.senigallia.an.it/sportello-donna-un-servizio-gratuito-rivolto-alle-donne/

Condividi: