Esplora contenuti correlati

Smaltimento delle spoglie di animali da compagnia

Le disposizioni dell’AST Marche indicano le possibili modalità

L’AST Marche, con propria nota dello scorso 14 agosto 2013, ha inviato a tutti i Comuni un avviso sulle modalità di smaltimento delle spoglie di animali da compagnia, pregando le amministrazioni di darne piena comunicazione e diffusione.

Nell’avviso si comunica ai proprietari di animali da compagnia, che ai sensi del regolamento (CE) n. 1069/2009 e del Regolamento (UE) n. 142/2011 e della vigente Deliberazione della Giunta Regionale, le spoglie mortali degli animali da compagnia sono considerate sottoprodotti di origine animale di categoria 1 e che pertanto il loro smaltimento deve avvenire secondo precise modalità, pena l’applicazione delle rilevanti sanzioni previste dal D. Lgs. 186/2012 (da 10.000 a 70.000 €).

In particolare, fatte salve le norme in materia di anagrafe canina e prevenzione del randagismo (la morte del cane dovrà essere denunciata dal proprietario entro il terzo giorno del decesso) due sono le modalità da seguire per lo smaltimento delle spoglie:

1) smaltimento come sottoprodotto di origine animale di categoria 1 secondo le norme comunitarie, mediante ritiro a cura di Ditte autorizzate al trasporto; in questo caso il proprietario dovrà conservare l’apposito documento di trasporto rilasciato dalla ditta che effettua la raccolta.

2) sotterramento o altro sistema di tumulazione nei cimiteri autorizzati per animali, se presenti, o sotterramento in terreni di privati cittadini. In questo caso è necessario ottenere un’approvazione dall’autorità competente o dallo stesso ufficio servizi igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche. In particolare il proprietario dell’animale dovrà presentare una domanda allegando alla stessa un certificato rilasciato da un medico veterinario privato o pubblico con la quale “si esclude qualsiasi pericolo di malattia infettiva ed infestiva trasmissibile all’uomo e agli animali”. I moduli per la domanda sono reperibili all’ufficio servizi igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche dell’AST Marche.

Link: https://serviziweb.asur.marche.it/GASASUR/gas.php?mod=ORG&padre=585